martedì 17 novembre 2009

Si blogga niente, si twitta parecchio

A causa di avvenimenti vari, ho scarsissimo accesso al pc e all'ADSL. In più, ho da tempo una sorta di rigetto verso il blogging: anche quando avrei da scrivere, non lo faccio. E non so bene perché. Ma tant'è.
In compenso, grazie al mio HTC Dream con Android, riesco a twittare con un po' più di costanza. Per chi volesse seguirmi su Twitter, mi trova qui @leoxgiusti.
Sarei anche su FB, ma lo detesto, quindi...

giovedì 1 ottobre 2009

Nerd/Antinerd

Nerd:

Al mondo esistono 10 categorie di persone: quelli che conoscono il codice binario e quelli che non lo conoscono


Antinerd:

Al mondo esistono 10 categorie di persone: quelli che conoscono il codice binario, e le altre nove che nel tempo libero scopano

domenica 10 maggio 2009

Camillo-Wittgenstein-Camillo-...

Camillo-Wittgenstein-Camillo-...

Attingo a piene mani da questi due blog che (a fasi alterne) seguo: Camillo (Christian Rocca) e Wittgenstein (Luca Sofri).

Comincia Rocca:

Quelli moderni
9 Maggio 2009 Blog

Sto cercando motivazioni per votare PD alle Europee e sono andato a leggere che cosa hanno da dire i giovani del Pd, quelli moderni. Sono andato sul sito di Ivan Scalfarotto, di cui miei amici e i blogger conoscenti parlano un gran bene. Io avevo letto una sua recente intervista, non ricordo se alla Stampa o a Repubblica, e mi era sembrato una specie di Marco Travaglio light. In ogni caso, sul sito di Scalfarotto c’è la convocazione di Piombino 2, il gruppo di cui fanno parte Luca e altri amici che qualche settimana fa si era riunito appunto a Piombino. Loro sono il Pd moderno. Bene.
Ora leggete i quattro punti all’ordine del giorno della prossima riunione:
"1) Laicità e neutralità etica dello Stato
2) Economia sociale di mercato tra concorrenza, solidarietà e autonomia dalle forze sociali e sindacali
3) Il partito della nuova cittadinanza, della convivenza civile basata sulle regole e sui valori costituzionali
4) Politica, media e informazione".
Ci può essere niente di più vecchio, polveroso e stantio di questo linguaggio? Sembra la scimmiottatura Fgci di una riunione dei grandi del Pci: "Solidarietà e autonomia dalle forze sociali e sindacali?". Che è, un saggio di Rinascita?
Per non dire di "partito della nuova cittadinanza", formula già vetusta agli inizi degli anni Novanta.
"Economia sociale di mercato" è un’espressione alla Alemanno, da convegno della destra sociale. Mentre la neutralità etica dello Stato mi pare una stronzata sesquipedale, certamente non di sinistra. "Politica, media e informazione", invece, è una specie di Varie ed eventuali dell’era berlusconiana.
Auguri.


Risponde (clamorosamente ma efficacemente sintetico) Sofri:

Manifusto

Voglio aiutare Christian Rocca a votare PD. Sto preparando un ambizioso documento di quattro punti in cui si riconosca. Che dico, documento è espressione stantìa: sarà un flyer. O uno gnùrps?

- Superare Brook Brothers, firulirolèro
- Che si vinca o che si perda, nerazzurri sempre merda
- Obama fascio, ndo’ te pijo te lascio
- Più tardi sul sito del Foglio*

*(no, il Foglio c’era già quando ero all’università: sul sito dell’Altro)


Ancora Rocca (risentito, pare, ma ancora troppo prolisso...):

Luca era spiritoso

Luca Sofri fa lo spiritoso (nel merito non ci entra, perché sa che ho ragione), a proposito di questo post che ho scritto ieri. Gli risponde, indirettamente, l’editoriale di Dario Di Vico sulla prima pagina del Corriere della Sera:
"Una volta gli intellettuali progressisti si vantavano di saper leggere prima e meglio i mutamenti della società. Oggi i maître à penser della sinistra sono fermi alla riproposizione dei conflitti del secolo scorso, sanno vivisezionare le parole di Veronica Berlusconi ma si fermano lì. Per loro lo choc è già pronto, saranno costretti a scrivere «Emilia verde e ceti medi». Se non si rialfabetizza, il Pd non solo perderà le elezioni ma subirà l’abbandono definitivo dei corpi intermedi"


Insomma, comunque la si pensi, a me sembra che queste schermaglie verbali fra persone (in fondo) intelligenti e, apparentemente, su sponde opposte alla fine siano godibili e stimolino. Cosa stimolino, fate voi...

In ogni caso, caro Luca, mi sa che Christian Rocca un po' ci abbia dato.

giovedì 16 aprile 2009

Una mossa della Madonna

Lo so, riportare pedissequamente un qualcosa da altri blog, per di più almeno di terza mano, non è bello. Però lo faccio. Grazie a Luca Sofri e a Simone Tolomelli. A volte gli altri trovano le parole prima di te, ed è giusto riconoscerlo.

Io fossi uno della Curia, uno grosso insomma, uno che quando parla lo ascoltano andrei dal Papa Benedetto XVI, oppure di mia sponte, e proporrei di fare una mossa della Madonna. Una roba che quegli stronzi laici, atei eccetera ci restano con un palmo di naso. Una cosa tipo: «Ho ascoltato il Ministro Tremonti parlare della possibile donazione del 5 per mille ai terremotati dell’Aquila. Noi, per pura e sola carità cristiana, pensavamo di consigliare allo Stato Italiano di proporre la medesima deviazione anche l’8 per mille, tanto ingerenza per ingerenza questa ci pareva sensata. Ho parlato io con i Valdesi eccetera, siamo tutti d’accordo. Quello che dovesse arrivare per sbaglio o per il naturale accavallamento dell’eventuale avvicendamento a noi, lo gireremo di nostro pugno al conto corrente che il Governo vorrà mettere a disposizione. Nel stringerci insieme alle famiglie che hanno perso tutto, vi benedico… » e altre robe che fanno e dicono quelli di dio per cirrcostanza.
Intanto, però, farebbero una cosa che io poi mi guardo allo specchio e vado in crisi. Dovrebbero accontentarmi anche solo per farmi uno sgarbo.

(dal blog di Simone Tolomelli)

Sì, lo so, è vecchia, ma...

E' vero, la notizia che Jennifer Aniston aveva lasciato il suo fidanzato (il chitarrista bravo-ma-fighetto-da-morire John Mayer) perché troppo dedito a postare su Twitter e vecchia. Tra l'altro, se ne può leggere qui.
Però spippolavo su YouTube cercando qualcosa di John Mayer, appunto, e FriendFeed me l'ha 'ricordata'.
Tutto questo che c'entra? Boh, niente. Tra l'altro mi pare che la Aniston, nel caso sia vero, se la prenda per poco. Però il John ci da dentro davvero parecchio con Twitter. (Lo so perchè per curiosità lo seguo, @johncmayer). Quindi.

lunedì 6 aprile 2009

Filippo Facci e il "caso Fini"

"Un «caso Fini» non dovrebbe esistere, perché Fini dice cose tutto sommato normali, persino scontate.

Il problema è che c’è un clima, pessimo, dove persino delle parole normali e scontate si stagliano come gemme nel riportarci ai rudimenti fondamentali di ciò che semplicemente siamo: uno stato laico. "


L'articolo continua qui (Il Giornale) o anche qui (Macchianera). Esemplare per sintesi e chiarezza, IMHO.

domenica 29 marzo 2009

Peli

Siccome dormo, ho postato questa roba sull'altro blog. Lo faccio anche qui, tardivamente...

[12.05.01] XXX scrive: e questa: "Lei è depilata e io non posso visitarla perchè infrangerei non solo l'etica professionale ma anche la morale e la mia coscienza".
[12.05.41] XXX scrive: io incredula e, forse, anche se solo per un attimo imbarazzata...
[12.05.45] XXX scrive: poi: "dottoressa può spiegarmi meglio perchè mai lei si rifiuta di visitarmi?"
[12.08.32] XXX scrive: "Come le ho detto lei è glabra, certamente non a causa di terapie o disfunzioni di alcun genere, pertanto il suo stato non può essere se non indicazione di sue scelte di vita particolari da noi medici obiettori assolutamente inaccettabili".

Leggetevela tutta, qui

Si commenta da sola.

mercoledì 25 marzo 2009

Il Disinformatico - Browser colabrodo bucati: dei tre grandi non si salva nessuno, neanche IE8

Browser colabrodo bucati: dei tre grandi non si salva nessuno, neanche IE8

Approfitto del sempre solerte Paolo Attivissimo, che nel suo Disinformatico mette il dito nella purulenta piaga delle vulnerabilità dei nostri computers.

Mi permetto di sottolineare l'ultimo paragrafo:

Non c'è insomma da stare tranquilli, a prescindere dal sistema operativo che usate: molti pensano che il Mac sia invulnerabile, ma la realtà è che anche un Mac può essere violato semplicemente convincendo l'utente a visitare un sito-trappola. Per questo siete voi la prima linea di difesa del vostro computer.


(mio grassetto). Come dire: l'antivirus più importante siamo noi. Inutile patchare i s.o. e i browser, se poi facciamo click su qualsiasi fottuto link che capita a tiro.

sabato 21 marzo 2009

La seconda investitura

Dopo l'investitura ufficiale di Berlusconi nei giorni scorsi, stasera Giovanni Galli ne riceve un'altra: Daria Bignardi lo ha scelto per il suo esordio su RaiDue col nuovo programma 'L'era glaciale'.
Ora è ufficialmente il candidato Pdl a sindaco di Firenze.

venerdì 20 marzo 2009

The Road - Cormac McCarthy

Ho appena iniziato a leggerlo, ma già dopo una ventina di pagine mi sento di consigliarlo.
Non siano spaventati quelli che, come me, non conoscono l'inglese così bene come si suppone sia necessario per leggere un libro in lingua originale. Certo, un buon dizionario aiuta, ma la prosa scarna e concisa di McCormack McCarthy prende comunque moltissimo.
Ne riparliamo quando l'avrò finito.

Immagine di The Road

"The road was empty. Below in the little valley the still grey serpentine of a river. Motionless and precise. Along the shore a burden of dead reeds. Are you ok? he said. The boy nodded. Then they set out along the blacktop in the gunmetal light, shuffling through the ash, each the other's world entire."

E questo, a pagina quattro. Figuriamoci il resto.

giovedì 19 marzo 2009

Berlusconi difende Benedetto XVI "Sull'Aids è coerente con il suo ruolo"


Berlusconi difende Benedetto XVI
"Sull'Aids è coerente con il suo ruolo"




Sono d'accorso con Berlusconi. Assolutamente d'accordo.

E' proprio il ruolo di Benedetto XVI che mi fa incazzare, infatti, non la sua incoerenza. E quindi, essendo effettivamente molto coerente col suo ruolo di Papa, è normale che molte (non tutte) delle cose che B16 dice mi facciano incazzare.

Nel merito. Il preservativo non deve essere l'unica via per contrastare l'AIDS. Non ci piove. Ma aiuta. Eccome.

Chi ha tanta influenza su tante persone dovrebbe assumersi delle responsabilità. Questo non sempre accade.


Verrebbe da dire, Padre, perdona loro perché non sanno quello che dicono. Ma non lo dico.
Perché prima di riferirmi a qualsiasi Padre, vero o presunto, sento l'obbligo di riferirmi all'Uomo.

mercoledì 18 marzo 2009

Jeff Buckley - Last Goodbye


Visto che ieri sera ad X-Factor è entrata una cantante, Laura, che portava 'Grace' di Jeff Buckley, mi pareva giusto rendere omaggio a questo enorme, enorme cantante/autore/interprete/musicista.
Questa 'Last goodbye' fa parte proprio dell'album 'Grace'. Mi sento di consigliarlo a chiunque.
Se poi volete ascoltare l'essenza della musica, senza fronzoli, cruda e bella com'è, ascoltate il 'Live at Sin-è'. Uscito inizialmente come raccolta di pochi brani eseguiti live in un locale di New York, è stato ripubblicato in versione Legacy edition, in 2 CD + un DVD video. (Columbia-Sony BMG).
Ci sono perle come Grace ed Eternal life, prima che fossero pubblicate in studio, ed interpretazioni incredibili come Strange fruit (Billie Holiday) e Calling you. La musica, e la voce, nella sua essenza. Imperdibile.


Last Goodbye

(J. Buckley)

This is our last goodbye
I hate to feel the love between us die.
But it's over
Just hear this and then I'll go:
You gave me more to live for,
More than you'll ever know.

Well, this is our last embrace,
Must I dream and always see your face?
Why can't we overcome this wall?
Baby, maybe it's just because I didn't know you at all.

Kiss me, please kiss me,
But kiss me out of desire, babe, and not consolation.
Oh, you know it makes me so angry 'cause I know that in time
I'll only make you cry, this is our last goodbye.

Did you say, "No, this can't happen to me"?
And did you rush to the phone to call?
Was there a voice unkind in the back of your mind saying,
"Maybe, you didn't know him at all,
you didn't know him at all,
oh, you didn't know"?

Well, the bells out in the church tower chime,
Burning clues into this heart of mine.
Thinking so hard on her soft eyes, and the memories
Offer signs that it's over, it's over.

giovedì 12 marzo 2009

Il Paese è reale


Mi piace segnalare questa iniziativa discografica legata agli Afterhours, storico gruppo milanese reduce da Sanremo. Ne potete leggere, tra l'altro, proprio sul sito del gruppo (permalink) e sul sito di Controradio.

Si tratta di una raccolta di brani eseguiti dagli Afterhours e da altri 18 artisti, tra cui Roberto Angelini, Paolo Benvegnù, Marco Parente e molti altri.
Il disco viene venduto al prezzo di 9,90 euri esclusivamente nei negozi Fnac, oppure sul sito www.fnac.it, allo stesso prezzo e spese di spedizione incluse.

Gente, l'iniziativa secondo me vale, sia per i brani (ma lì è questione di gusti) sia per l'iniziativa stessa e per il prezzo.

Rotondi (DC) compra casa a Firenze?

Mi giunge questa nuova: Gianfranco Rotondi avrebbe comprato casa a Firenze.
La notizia, non confermata, apre agghiaccianti prospettive sulle amministrative nella città di Dante.
Con Giovanni Galli ancora in bilico, Gabriele Toccafondi apparentemente fuori gioco, Rotondi potrebbe essere il candidato Pdl alla carica di sindaco?
Aiuto, voglio scendere.

Di internet e del Far West

Si fa un gran parlare sui blog delle iniziative, provenienti da vari ed eminenti personalità dello spettacolo e/o della politica, che riguardano la regolamentazione della Rete. Ci stanno provando Barbareschi, Carlucci, D'Alia e altri.
Ne approfitto per citare un buon articolo da Apogeonline, a firma Sergio Maistrello:

"[...] Parto dalla conclusione, perché vorrei che questa fosse più chiara che mai: internet non ha nessun bisogno di nuove leggi. La rete non è un luogo altro: fa parte della nostra vita sociale, che è già ampiamente regolata da norme e sanzioni. Sbaglia, per ignoranza o per malafede, chi definisce internet un far west senza regole. Disperde energie chi si batte per replicare previsioni che già esistono e che potrebbero semplicemente applicate senza ricorrere alla demagogia e senza moltiplicare l’entropia legislativa. Perde un’opportunità di onorare la nostra democrazia chi si intestardisce a sostenere regolamenti destinati per banale evidenza tecnologica a non sortire effetto alcuno, quando non addirittura a far danni.[...]
L'articolo per intero qui.

Dicevo poco sopra: se ne parla sui blog, perché altrove di queste cose si continua a non parlare...

mercoledì 11 marzo 2009

lunedì 9 marzo 2009

Grande Fratello e...Grande Fratello

Mentre i giornali e i tiggì parlano di questo, non parlano di quest'altro.
Come dire: il Grande Fratello (et similia) serve ad oscurare il Grande Fratello, quello vero.
Seguiremo gli sviluppi.

Aggiornamento: ne parla anche Massimo Mantellini, con immagine.

domenica 1 marzo 2009

Ivano Fossati - La costruzione di un amore

Lunedì 2 marzo, a X-Factor, Noemi dovrà cantare questa canzone. Morgan gliel'ha assegnata, fiducioso nelle sue capacità vocali. Ora, Noemi ha davvero un bel timbro, ed un graffiato non male. Mi chiedo però come potrà interpretare questo brano, che secondo me è in assoluto una delle più belle canzoni sull'amore che siano mai state scritte. Ci vuole un po' di vissuto per capire che l'amore può essere 'costruito', ed il sacrificio e lo sforzo che ne deriva; perché "la costruzione di un amore spezza le vene delle mani, mescola il sangue col sudore (se ce ne rimane)".
In bocca al lupo, Noemi...

La costruzione di un amore
(Ivano Fossati)

La costruzione di un amore
spezza le vene delle mani
mescola il sangue col sudore
se te ne rimane
La costruzione di un amore
non ripaga del dolore
è come un altare di sabbia
in riva al mare

La costruzione del mio amore
mi piace guardarla salire
come un grattacielo di cento piani
o come un girasole;
ed io ci metto l'esperienza
come su un albero di Natale
come un regalo ad una sposa
un qualcosa che sta lí
e che non fa male

E ad ogni piano c'è un sorriso
per ogni inverno da passare
ad ogni piano un Paradiso
da consumare
dietro una porta un po' d'amore
per quando non ci sarà tempo di fare l'amore
per quando vorrai buttare via
la mia sola fotografia

E intanto guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dopo tanto amore
bastasse ancora il cielo
e sono qui,
e mi meraviglia
tanto da mordermi le braccia,
ma no, son proprio io
lo specchio ha la mia faccia

sono io che guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dopo l'orizzonte
ci fosse ancora cielo
e tutto ciò mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso

E la fortuna di un amore
come lo so che può cambiare
dopo si dice l'ho fatto per fare
ma era per non morire,
si dice che bello tornare alla vita
che mi era sembrata finita
che bello tornare a vedere
e quel che è peggio è che è tutto vero
perché

La costruzione di un amore
spezza le vene delle mani
mescola il sangue col sudore
se te ne rimane
la costruzione di un amore
non ripaga del dolore
è come un altare di sabbia
in riva al mare

E intanto guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dopo tanto amore
bastasse ancora il cielo
e sono qui
e mi meraviglia
tanto da mordermi le braccia,
ma no, son proprio io
lo specchio ha la mia faccia

sono io che guardo questo amore
che si fa grande come il cielo
come se dopo l'orizzonte
ci fosse ancora cielo
e tutto ciò mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso

Sì.

Parole che detesto #1

Pupù.

La detesto. Perché 'pupù'? C'era già popò, c'era cacca. Invece, 'pupù'. Perché tanto odio?!
'Pupù' fa...cacare.

lunedì 23 febbraio 2009

Dedicato ad Ambra Marie

Nada - Amore disperato (live ARONA - 29/08)

Tanto per dire che chi può, può.
Senza farsi tante seghe mentali su cosa una sedicente cantante rock debba cantare in un talent show.

E comunque c'è più rock in un sigaro di Nada (sì, fuma il sigaro, cazzo!) che in tutta Ambra Marie, mi sa...
Giudicate il seguente brano:

sabato 21 febbraio 2009

Non c'è bisogno di essere piddini...

...per condividere questa breve e spontanea disamina di Scalfarotto:

Qui da noi, al Partito Democratico, va tutto bene. Una drammatica crisi di consenso, le dimissioni di Veltroni che hanno lasciato il partito acefalo; fuori, le ronde padane in giro per le città, Berlusconi che fa il bello e il cattivo tempo e il nostro gruppo dirigente cosa fa? Si ricompatta, si autoconferma la fiducia e senza dire nemmeno una parola di autocritica o di analisi della situazione (le prime le sto sentendo da Gianni Cuperlo in questo momento) nomina il vicario del leader precedente, come se l'unico problema che il PD aveva e che gli ha fatto perdere il 10% dei voti in pochi mesi fosse la presenza fisica di Walter Veltroni. Zac! Via Walter, via il dente, via il dolore. (continua)


Comunque la si pensi in proposito, continuo a credere che abbiano fatto la cosa peggiore, in assoluto. Contenti loro...ooops, l'ho già detto, mi sa.

Aggiornamento:

Io credo che i delegati presenti oggi fossero molto pavidi e spaventati. Ha prevalso quel che prevale da anni, ed evidentemente prevarrà in questo partito fino a quando resteranno in sette-otto: ha prevalso la mancanza di coraggio, la paura del nuovo, e l’attaccamento a modelli vecchi e conosciuti, persino quando si sono dimostrati mille volte perdenti, persino quando il fatto che il mondo e le cose siano cambiate è scritto in corpo mille (Luca Sofri)

Contenti loro...

Nei giorni scorsi le discussioni sul da farsi ci sono state, le proposte anche.
All'assemblea di Roma, però, ritengono che la strada giusta sia questa. Non resta che prenderne atto...
Ora, passi dover rendere conto di fronte al microfono del giornalista di turno delle decisioni prese (non è sulle dichiarazioni ufficiali che secondo me si possono prendere le misure ad un politico). Ma un'assemblea del genere, in un momento come questo, dovrebbe essere l'occasione per andare oltre ai teatrini.

giovedì 19 febbraio 2009

Yes, we can

Dopo Sanremo, un link illuminante, della serie 'mai più senza':

SI PUO' CAMBIARE


Con tutto il rispetto, fate di voi quel che cavolo volete. Ma. Non rompete le palle agli altri.

mercoledì 18 febbraio 2009

Eppur si muove?

http://www.wittgenstein.it/2009/02/18/no-surrender/
riporto integralmente:

NON TORNIAMO INDIETRO
Il Partito Democratico e’ nato per cambiare l’Italia. Non e’ solo, ne’ innanzitutto, la sintesi di due tradizioni politiche del secolo scorso, gloriose ma storicamente esaurite. E’ il progetto di portare il nostro paese nella contemporaneita’, nel mondo che cambia. Innovazione, mobilita’ sociale, trasparenza ed equita’ in un paese che appare invece sempre piu’ bloccato, diviso e chiuso nelle proprie paure e nel proprio passato. Quella missione di cambiamento e’ oggi non solo valida, ma necessaria ed urgente. E’ un progetto culturale prima ancora che politico. La sua realizzazione richiede coraggio, coerenza, coesione ed uno sguardo puntato con fermezza sul futuro. Sara’ un lavoro lungo, che avra’ bisogno di energia, senso di responsabilita’ e spirito di squadra. Noi siamo pronti a continuare a lavorare per realizzarlo.

Francesco Boccia
Stefano Bonaccini
Andrea Causin
Paola De Micheli
Dario Ginefra
Sandro Gozi
Alessandro Maran
Maurizio Martina
Margherita Mastromauro
Federica Mogherini
Alessia Mosca
Fausto Recchia
Matteo Renzi
Matteo Ricci
Ettore Rosato
Ivan Scalfarotto
Luca Sofri
Valentino Valentini

Per adesioni: nontorniamoindietro@gmail.com

Che dire? Comunque la si pensi, credo che qualcosa vada fatto. Lo capirebbe anche un berlusconiano che c'è bisogno di una avversario da battere. In bocca al lupo...


Dopo Uòlter? Se ne parla in giro

Chiaramente, si stanno scatenando a vari livelli le ipotesi per il dopo-Veltroni e le sorti del PD (o di quello che sarà).

Un dibattito nteressante ma, imho, in ampie parti preoccupante per il tono delle proposte, sta avvenendo su Wittgenstein; Luca Sofri, per l'occasione, ha aperto ai commenti. Anche io ho buttato lì una proposta.

aggiornamenti:
Claudio Cerasa ne parla su Cerazade, da un suo articolo sul Foglio;
su Macchianera, Makkox svignetta su Veltroni, più buono del solito (Makkox, non Veltroni...);

lunedì 16 febbraio 2009

Genoa-Fiorentina 3-3 (aggiornamenti)



Nemmeno il tempo di festeggiare un miracoloso recupero, ad opera di un grande Mutu.
Ci voleva l'incidente a sciupare tutto. Un tifoso del Genoa, che stava contestando la Fiorentina all'uscita dallo stadio di Marassi, è rimasto vittima di un incidente gravissimo, finendo non si sa bene come sotto l'autobus dei gigliati. Adesso versa in gravi condizioni in rianimazione.
Ovviamente ci auguriamo che tutto possa risolversi al meglio.
Ci chiediamo però, come Aldo Agroppi, se tutto ciò non si potesse evitare andando a casa dopo la partita. Al di là della delusione per il risultato, che cosa contesti? E' andata così, fattene una ragione e amen.

(foto: fonte Corriere.it)

Un pisano sindaco di Firenze?

Riporta Fiorentina.it la notizia che, alla candidatura di Matteo Renzi a sindaco di Firenze, il Pdl potrebbe 'schierare' nientepopodimeno che quel mattacchione di Giovanni Galli, politico di lunga e provata esperienza e soprattutto fiorentino d.o.c. (!)
Berlusconi, ripensaci! Hai la possibilità di vincere a questo giro, candidare un pisano (fra l'altro simpatico come un cazzotto nello stomaco di levata) mi sembra un azzardo, che dici?

In ogni caso, Firenze avrà il suo primo sindaco non di sinistra del dopoguerra. Renzi infatti, PD ex-Margherita, non proviene dalla 'primavera' degli ex-comunisti.

domenica 15 febbraio 2009

sabato 14 febbraio 2009

San Valentino, Cristina Donà

San Valentino è una festa del piffero? Forse. Però, visto che ci tocca, tanto vale festeggiare con una canzone d'amore tra le più belle e profonde degli ultimi anni.



Stelle buone
(Cristina Donà)

Mio amore, ripiegate le labbra
e tornati al colore di prima
guardo fuori ed è l'alba
come fuggono le ore da qui e
ci dobbiamo salutare
c'è un'altra giornata d'amore da preparare

Ho visto solo stelle buone sulla tua pelle
se tornerai domani saprò darti quelle perse
e lascerò che tutto sia sospeso
fino a quando non ci rivedremo

Mio amore
il tuo cuore è un mare calmo
e non basta una sola notte
per attraversarlo
sono pronta per riaverti ancorato al mio respiro
mentre il sole svanisce e
l'ombra disegna il tuo profilo

Ho visto solo stelle buone sulla tua pelle
se tornerai domani saprò darti quelle perse
lascerò che tutto sia sospeso
fino a quando non ci rivedremo

Ho visto solo stelle buone
Ho visto solo stelle buone
Ho visto solo stelle buone


(dall'album 'Tregua', 1997)

venerdì 13 febbraio 2009

Un uomo per tutte le stagioni?

Luca Sofri, come al solito estremamente sintetico, la butta lì: un uomo per tutte le stagioni.

E...?

A Firenze si svolgone le primarie per designare il prossimo candidato sindaco. Chi non vive in città non può immaginare il canaio di questi ultimi tempi in casa PD. Sono sempre più convinto che a questo giro sia probabile l'avvento del primo sindaco di centrodestra a Firenze. Francamente, la cosa mi appassiona il giusto.

Comunque, se uno a vent'anni vince 48 milioni (in realtà 33) ad un quiz, li usa per rilanciare l'azienda familiare, azienda che oggi fattura 3,5 milioni di euro l'anno...ecco, forse proprio una fava totale non è. Magari c'è che rosica un tantino. Vedremo...

Comunicazioni tecniche (bis)

Dopo il doveroso omaggio all'autore che ha ispirato il titolo del presente blog, un paio di ovvie comunicazioni tecniche.

Questo è il mio secondo blog; il primo, La Giallina, è un blog sul tema della moto, del viaggio, della passione per le due ruote in genere.

Dopo un po', ho cominciato a sentire il bisogno di un altro blog nel quale postare, tutto ciò che con la moto non ha a che fare. Non so bene dove andrò a parare, ma tant'è.

Ho voluto provare Wordpress. Non è andata benissimo. Ho confuso ingenuamente Wordpress.org con Wordpress.com. Volevo una piattaforma blog libera e personalizzabile, ma non avevo fatto i conti con l'hosting. Piattaforme di hosting gratuite che dessero anche accesso ftp e MySQL non ne ho trovate (sono pigro e indaffarato). Wordpress.com, invece, offre una dashboard bella ed elegante, ma con limitate possibilità di personalizzazione.

Quindi ho fatto marcia indietro e sono tornato all'ovile, su Blogger. Blogger va bene, ma mi sta un po' sulle palle.

Perdonate i probabili frequenti aggiustamenti di questo primo periodo.

Ogni suggerimento è ben accetto.

Passo (per ora)

Fuori piove, è un mondo freddo...



Come da titolo, si comincia con un capolavoro di semplicità.

Via con me

(Paolo Conte)

Via, via, vieni via di qui,
niente più ti lega a questi luoghi,
neanche questi fiori azzurri...
via, via, neanche questo tempo grigio
pieno di musiche
e di uomini che ti sono piaciuti...

It's wonderful, it's wonderful, it's wonderful,
good luck my babe,
it's wonderful, it's wonderful, it's wonderful,
I dream of you...
chips, chips, du-du-du-du-du

Via, via, vieni via con me,
entra in questo amore buio,
non perderti per niente al mondo...
via, via, non perderti per niente al mondo
lo spettacolo d'arte varia
di uno innamorato di te...

It's wonderful, it's wonderful, it's wonderful...

Via, via, vieni via con me,
entra in questo amore buio,
pieno di uomini...
via, entra e fatti un bagno caldo,
c'è un accappatoio azzurro,
fuori piove, è un mondo freddo...

It's wonderful, it's wonderful, it's wonderful...

P.S

Benvenuti su mio (secondo) blog, quello generalista, per intenderci ;-)

P.S.2

Sì, è vero, visto il fallimento dell'esperienza su Wordpress.com, questo sarebbe il terzo. Io guardo ai ontenuti, e continuo a pensarlo com il mio secondo blog.

 
Creative Commons License
Il contenuto di questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons (Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License).